Agevolazioni prima casa, conserva il bonus chi vende ma costruisce entro un anno un altro immobile

legge_di_stabilita_taranto_de_bartolomeo_agenzia_immobiliare_bonus_prima_casa

Chi vende un immobile acquistato con le agevolazioni prima casa, prima che siano trascorsi cinque anni, non perde i benefici se entro un anno dall’alienazione costruisce un’altra casa – da adibire ad abitazione principale – su un terreno di sua proprietà. A sancirlo la sentenza della Cassazione n° 13550 del 1º luglio.

Continua a leggere “Agevolazioni prima casa, conserva il bonus chi vende ma costruisce entro un anno un altro immobile”

Agevolazioni prima casa, conserva il bonus chi vende ma costruisce entro un anno un altro immobile

Casa, ecco la guida agli sconti fiscali 2016

incentivi-detrazioni-fiscali-de_bartolomeo_taranto_agenzia_immobiliare

Dalla riqualificazione energetica alle ristrutturazioni edilizie, dall’acquisto di elettrodomestici a basso consumo  a dispositivi per risparmiare acqua

Bolletta energetica dimezzata grazie all’ecobonus 2016. Si può ridurre fino al 50 per cento il consumo di elettricità con gli interventi sulle parti comuni e sui singoli appartamenti del condominio con la proroga degli incentivi per gli interventi di riqualificazione disposta dalla legge di stabilità. È quanto emerge da “Fare Casa”, l’iniziativa del dipartimento del Tesoro sull’«abitare delle famiglie italiane» presentata nei giorni scorsi: la guida a tutte le misure per le agevolazioni fiscali e il sostegno al credito nel settore immobiliare è pubblicata sul sito web http://www.casa.governo.it, curato dalla presidenza del Consiglio dei ministri.

Continua a leggere “Casa, ecco la guida agli sconti fiscali 2016”

Casa, ecco la guida agli sconti fiscali 2016

Con i prezzi in ribasso si torna a prediligere case più grandi

cerco casa de bartolomeo immobiliare taranto agenzia immobiliare

Con il calo dei prezzi delle case sono cambiate anche le richieste e le tipologie più ampie sono tornate ad essere le predilette. In particolare, dal 2013 si è notata nelle grandi città una diminuzione progressiva delle percentuali sui tagli più piccoli, come monolocali e bilocali, e un aumento per quelli più ampi, dal trilocale in poi.

Torna a interessare il trilocale

Come evidenziato, questo è avvenuto proprio a causa del ribasso dei prezzi che ha reso possibile l’acquisto di immobili più ampi, soprattutto il trilocale, scelto da tante giovani coppie che hanno saltato la classica fase in cui si acquistava prima il bilocale per poi passare all’appartamento con una camera in più.

Anche gli investitori, da sempre orientati sul bilocale, tendono a preferire il trilocale, di piccole dimensioni se ubicato in località turistiche. Nelle città universitarie si sceglie perché, in questo modo, c’è una camera in più da poter affittare.

Continua a leggere “Con i prezzi in ribasso si torna a prediligere case più grandi”

Con i prezzi in ribasso si torna a prediligere case più grandi

La scelta alternativa: Addio mutuo, ecco la soluzione

leasing-immobiliare-prima-casa-de bartolomeo-giancarlo-agenzia- immobiliare-taranto-fimaa

Si definisce leasing immobiliare abitativo ed è una novità introdotta dalla finanziaria 2016. In pratica è un’ alternativa più leggera e pure più vantaggiosa fiscalmente al tradizionale mutuo.

Con una sola (grande) differenza: fino alla fine del finanziamento la proprietà resta alla società di leasing e non al contraente.
Dalla fine di aprile i privati hanno la possibilità di sottoscrivere i contratti di leasing immobiliare con Unicredit, per ora primo e unico istituto a offrirli nel nostro Paese.

I maggiori risparmi si verificano per i nuclei familiari composti da persone con meno di 35 anni e un reddito lordo complessivo entro i 55mila euro annui. Una fascia di mutuatari che fino a dieci anni or sono rappresentava circa la metà sul totale di quanti chiedevano e ottenevano i soldi per comprarsi casa, ma che dopo la crisi, si ritrova quasi del tutto esclusa dai finanziamenti per l’ acquisto dell’ abitazione. Troppo bassa la quota finanziata dalla banca, ma soprattutto troppo alta quella da saldare subito in contanti. «Con il leasing è possibile finanziare la casa a persone che hanno una disponibilità limitata di contante», spiega Gabriele Piccini, country chairman Italia di Unicredit, «il peso della rata diventa sostenibile perché, come accade per tutti i leasing, una quota del debito viene saldata solo alla scadenza, ma soprattutto perché il costo reale delle rate viene ridotto drasticamente dalle agevolazioni fiscali». È illuminante al riguardo la simulazione che pubblichiamo in questa pagina, curata dall’ istituto di Piazza Gae Aulenti.

Continua a leggere “La scelta alternativa: Addio mutuo, ecco la soluzione”

La scelta alternativa: Addio mutuo, ecco la soluzione

Come sono cambiati i prezzi delle case dal 1927 al 2012

interior-design-de bartolomeo- taranto- cerco casa-progetti-arredamento-interni-su-misura-seconda-prima-casa-agenzia-immobiliare

Dal 1927 al 2012, al netto dell’inflazione, i prezzi delle case sono più che triplicati, mentre nelle grandi città sono quintuplicati. A renderlo noto la pubblicazione “I prezzi delle abitazioni in Italia, 1927-2012” della Banca d’Italia.

Secondo quanto emerso, l’aumento risulta largamente superiore a quello dei costi di costruzione, che in termini reali sono poco più che raddoppiati. Oltre due terzi dell’aumento del prezzo delle case intervenuto tra il 1950 e il 2012 è attribuibile alla variazione del prezzo dei terreni edificabili.

L’aumento del rapporto tra ricchezza e Pil registrato in Italia a partire dalla metà del secolo scorso risente, in larga misura, della crescita dei prezzi reali delle abitazioni; sebbene l’aumento dei prezzi possa rendere più difficile l’acquisto di un’abitazione per coloro che non ne possiedono, questo risultato ridimensiona le preoccupazioni sulle tensioni distributive che possono derivare dalla crescita del rapporto tra la ricchezza e il prodotto.

Continua a leggere “Come sono cambiati i prezzi delle case dal 1927 al 2012”

Come sono cambiati i prezzi delle case dal 1927 al 2012

PERCHE’ CONVIENE INVESTIRE NEL MERCATO IMMOBILIARE DI LUSSO…

1-taranto

La ripresa del mercato immobiliare non è più un miraggio, il 2016 si conferma l’anno della svolta dopo un 2015 all’insegna della crescita.

Pur registrando un aumento complessivo del 5,7% nel residenziale, il 2015 si è concluso con un quarto trimestre particolarmente positivo sia per le compravendite (+10%), sia per l’erogazione di mutui, finanziamenti e obbligazioni con costituzione di ipoteca finalizzati all’acquisto di unità abitative.

Protagonista del quarto trimestre 2015 è stato il Centro-Sud, mentre se si considerano le convenzioni di compravendita dell’intero anno, si registrano valori sopra la media nazionale nel Nord-est (+8,8%) e nel Nord-ovest (+6,3%), con aumenti più contenuti nelle Isole (+5,4%) al Sud (+3,7%) e al Centro (+3,6%).

Continua a leggere “PERCHE’ CONVIENE INVESTIRE NEL MERCATO IMMOBILIARE DI LUSSO…”

PERCHE’ CONVIENE INVESTIRE NEL MERCATO IMMOBILIARE DI LUSSO…

Le prospettive del mercato immobiliare non residenziale nel 2016

detrazione-mediazione-immobiliare-taranto-de bartolomeo

Nella seconda parte del 2015 le quotazioni e i canoni di locazione degli immobili non residenziali sono diminuiti in tutti i segmenti: capannoni, uffici e negozi. Per questi ultimi il 2015 si è chiuso con 26.234 compravendite, in aumento dell’1,9% rispetto all’anno precedente. In flessione le transazioni del terziario (-1,9%) e del produttivo (-3,5%).

Nel 2016 per gli immobili per l’impresa si prospettano quotazioni e canoni di locazione stabili, anche se non si escludono aumenti di prezzi e di canoni per gli immobili posizionati in zone top e con caratteristiche rispondenti alle esigenze dei clienti.

Continua a leggere “Le prospettive del mercato immobiliare non residenziale nel 2016”

Le prospettive del mercato immobiliare non residenziale nel 2016