Mutui agevolati Plafond Casa: chi ha diritto e come richiederli

plafond_casa_debartolomeo_agenzia_immobiliare_taranto

Anche nel 2018 il Governo ha previsto, grazie al Plafond Casa, la possibilità di ottenere mutui agevolati, a tasso fisso o variabile, per i soggetti che presentano i requisiti di ammissibilità. Si tratta di una convenzione valida dal 2013, anno in cui è stato siglato l’accordo tra la Cassa Depositi e Prestiti e Abi, Associazione Banche Italiane.

Grazie all’istituzione del Plafond Casa, i cittadini hanno a disposizione uno strumento finanziario che ha l’obiettivo di incrementare l’erogazione di mutui agevolati per l’acquisto dell’abitazione principale e per la ristrutturazione e accrescimento del risparmio energetico della propria casa.

Il plafond casa è rivolto a persone fisiche e dà priorità a giovani coppie, nuclei familiari numerosi e nuclei familiari di cui fa parte almeno un soggetto disabile (secondo quanto previsto dalla Legge 104).

Vengono concessi mutui garantiti da ipoteca alle persone fisiche per l’acquisto di immobili residenziali, con priorità per le abitazioni principali, preferibilmente appartenenti alle classi energetiche A, B o C e/o per interventi di ristrutturazione con accrescimento dell’efficienza energetica.

Come funziona il Plafond Casa

Le banche convenzionate hanno a disposizione risorse economiche secondo quanto prescritto dalla convenzione e orientativamente pari a circa 150 milioni di euro per istituto. Nella valutazione delle richieste, viene data priorità alle situazioni in cui le condizioni economiche sono più disagiate.

Mediante l’erogazione dei mutui attraverso Plafond Casa, è possibile ottenere:

  • Fino a  100 mila euro per gli interventi di ristrutturazione con accrescimento dell’efficienza energetica
  • Fino a 250 mila euro per l’acquisto di immobili residenziali
  • Fino a 350 mila euro per interventi congiunti di acquisto e di ristrutturazione con accrescimento dell’efficienza energetica sulla stessa abitazione

Le durate previste ammontano a 10 anni per gli interventi  di ristrutturazione con accrescimento dell’efficienza energetica, 20 anni per l’acquisto dell’abitazione con o senza ristrutturazione, 30 anni per l’acquisto dell’abitazione con o senza ristrutturazione.

Come si richiede il mutuo con Plafond Casa

Il mutuo va richiesto direttamente alle banche aderenti alla convenzione tra l’Abi e la Cassa depositi e prestiti. Bisogna compilare un apposito modulo fornito dalla banca, chiamato “Richiesta di mutuo ipotecario a banche su provvista cassa depositi e prestiti S.p.A”. Andranno inoltre indicate le condizioni che danno luogo all’agevolazione.

E’ possibile fare richiesta di sottoscrizione di un mutuo agevolato mediante il Plafond Casa di Cassa Depositi e Prestiti, recandosi presso le filiali degli Istituti di Credito convenzionati, il cui elenco aggiornato è consultabile sul sito Abi.

credit and special thanks: mutuionline.it

 

Mutui agevolati Plafond Casa: chi ha diritto e come richiederli