Il Presidente De Bartolomeo denuncia: “…fate attenzione agli agenti immobiliari abusivi”

giancarlo-debartolomeo-agenziaimmobiliare-taranto-fimaa-puglia-gazzettadelmezzogiorno

Anche per il 2018 i prezzi delle case a Taranto continueranno a scendere.
Ma non è questo il principale ed unico problema della categoria.
Sul territorio ionico dilaga l’abusivismo. Lo denunciano gli agenti della Fimaa, federazione di Confcommercio rappresentata a livello provinciale e regionale dal tarantino Giancarlo De Bartolomeo.


Secondo De Bartolomeo, basterebbe verificare quanti agenti immobiliari hanno effettivamente sottoscritto la polizza assicurativa prevista dalla legge sin dal 2001, per rendersi conto del fenomeno e delle sue dimensioni.
«Dei 300 agenti immobiliari attivi a Taranto e provincia afferma il presidente di Taranto e della Puglia più della metà a nostro avviso non ha copertura».
È anche per questo che Giancarlo De Bartolomeo chiede agli organi competenti del territorio di applicare rigorosamente le previsioni di legge.
L’ultima è quella stabilita dalla legge di bilancio 2018, che prevede sanzioni pesanti, da un minimo di 3mila euro fino a 5mila, per chi esercita attività di mediazione immobiliare senza regolare iscrizione all’albo e, più precisamente, nel ruolo degli agenti di Affari di mediazione tenuto dalla Camera di Commercio, e senza relativa polizza assicurativa.
«Dal primo gennaio – spiega il presidente della Fimaa Taranto e Puglia – i pubblici ufficiali dovrebbero vigilare e sanzionare chi è senza copertura assicurativa obbligatoria per legge. Per dirla tutta, non potremmo neanche svolgere la professione senza polizza assicurativa né essere abilitati a fare dichiarazioni fiscali».
Fin qui, però, la legge. La realtà, come denunciano gli agenti immobiliari, è ben diversa: «C’è poco controllo. Anche da parte degli stessi notai, i quali, al momento della stipula dell’atto di vendita, nel quale gli agenti immobiliari intervengono per legge indicando le loro provvigioni, non si preoccupano minimamente di richiedere la polizza assicurativa».
Polizza che non è una garanzia solo per chi compra, ma anche per chi acquista. «Nell’ipotesi di un intoppo o determinate problematiche sull’immobile dichiara
De Bartolomeo il compratore può rivolgersi all’agente immobiliare e quest’ultimo ricorrere alla propria polizza. Se però ce l’ha».
La Fimaa ricorda a tutti i notai tarantini, ma anche ai potenziali clienti delle agenzie immobiliari locali, che dispone dell’elenco di quelle agenzie che hanno stipulato la polizza, peraltro senza sborsare grosse cifre.
«Parliamo precisa il presidente di 11mila e 500 persone in Italia e di almeno 300 a Taranto, metà delle quali però, torno a ripeterlo, scoperte».
Non avere la polizza è per De Bartolomeo in molti casi una conseguenza del non essere iscritti al ruolo degli agenti, e quindi dell’essere abusivi.
Un vero e proprio rischio, anche per quanto riguarda il riciclaggio di denaro illecito ed il terrorismo, che possono trovare spazio più facilmente in questo settore. Di qui allora l’appello del presidente della Fimaa: «Ora che la legge impone le sanzioni, si facciano, a tutela della clientela, della categoria, ma anche della collettività in generale».
Intanto, tornando alle previsioni per il 2018, Giancarlo De Bartolomeo ritiene che «si continuerà a lavorare bene, come è stato per il 2017, ma perché i prezzi delle case scenderanno ancora a danno purtroppo, di chi ha comprato tra il 2000 ed il 2007, quando c’è stato il picco con prezzi altissimi. Oggi quei proprietari sono costretti a svendere i loro immobili con perdite del 30-35 per cento».
Ma quali sono le zone più richieste a Taranto?
«Tutto il quartiere Italia Montegranaro e viale Virgilio. C’è grande interesse per il Borgo, ma la gente è frenata dalla scarsa attenzione verso quello che dovrebbe essere il salotto della città. Si vende invece poco a Paolo VI, ad esclusione delle case di nuova costruzione, e per niente ai Tamburi».
E i fitti?
«Le case in affitto sono sempre più gettonate anche per effetto della cedolare secca».

Il nostro consiglio è quello di affidarsi sempre ad agenti immobiliari abilitati presso le camere di commercio, che abbiano la copertura assicurativa obbligatoria per legge (chiedete sempre di esibirvi il certificato assicurativo per l’anno in corso).

credit and special thanks: Pamela Giufrè, La Gazzetta del Mezzogiorno – Ed. Taranto

Annunci
Il Presidente De Bartolomeo denuncia: “…fate attenzione agli agenti immobiliari abusivi”