Prorogato il Piano Casa in Puglia fino al 31/12/2017

agevolazioni_piano_casa_2017_puglia_de_bartolomeo_giancarlo_agenzia_immobiliare_taranto

Continua fino al 31 dicembre 2017 il Piano Casa della Puglia.
Il Consiglio Regionale ha approvato in via definitiva la norma che fa slittare di un anno il termine per effettuare interventi di ampliamento volumetrico o demolizione e ricostruzione degli edifici con premio di cubatura.

All’inizio del mese, un’altra legge regionale ha alleggerito i vincoli per la realizzazione degli interventi di ampliamento.

Vediamo nel complesso, tra proroga e modifiche, come cambia il Piano Casa in Puglia…

Le domande per la realizzazione di ampliamenti e sostituzioni edilizie potranno essere presentate agli Uffici tecnici entro il 31 dicembre 2017. Si potrà agire sugli edifici esistenti al 1° agosto 2016.

Continua a leggere “Prorogato il Piano Casa in Puglia fino al 31/12/2017”

Annunci
Prorogato il Piano Casa in Puglia fino al 31/12/2017

Case vuote a Taranto, parla il Presidente Giancarlo De Bartolomeo

gazzetta-del-mezzogiorno-09112016-giancarlo-de-bartolomeo-immobiliare-taranto

A Taranto circa 10.500 case sfitte(13,6%): oggi scoraggia l’elevato rischio di morosità dei conduttori.

Taranto è tra le prime dieci città italiane per numero di case vuote. In particolare, il capoluogo ionico è al nono posto con il 13,6 per cento di abitazioni non occupate pari, in termini assoluti, a circa 10mila 500 alloggi sfitti.

Complessivamente in Italia, ci sono oltre sette milioni di case vuote, pari al 22,5 per cento del totale. Si tratta di un’enorme cifra di abitazioni sfitte concentrate soprattutto al Sud del nostro Paese, in regioni come Calabria, Molise, Abruzzo e Sicilia per effetto dell’emigrazione, anche se al primo posto della classifica troviamo la Valle d’Aosta, dove c’è un’alta percentuale di case vacanze.

Riepilogando, al primo posto della classifica delle case sfitte troviamo la Valle d’Aosta (50 per cento del totale, per 58.731 immobili), a seguire molte regioni del Sud come Calabria (secondo posto con il 38,7 per cento e 481.741 case), Molise (terzo con il 36,9 per cento e 73.524 case), Abruzzo (quarto posto con il 32,7 per cento e 250.038), Sicilia (con il 32,2 per cento e 923.360).

Continua a leggere “Case vuote a Taranto, parla il Presidente Giancarlo De Bartolomeo”

Case vuote a Taranto, parla il Presidente Giancarlo De Bartolomeo

E’ il momento di comprare casa, ecco l’elenco di tutte le regole e detrazioni

acquisto-casa-prima-debartolomeo-giancarlo-agenzia-immobiliare-taranto

Comprare una casa è l’aspirazione di tutti, senza distinzione di età. Ecco alcune regole che è bene conoscere, per concretizzare al meglio le proprie speranze.

Acquisto ed imposte

Quando si decide il grande passo e si acquista un immobile le imposte principali da versare all’amministrazione sono quella di registro, l’imposta ipotecaria e l’imposta catastale. A queste può accompagnarsi anche l’Iva se si compra ad esempio da una società che la applica.
Le aliquote di tali imposte variano a seconda di chi compra  di chi vende e di cosa esattamente si compra. Ad esempio se si acquista una seconda casa da un privato l’imposta di registro sarà pari al 9% e quelle ipotecaria e catastale saranno di 50 euro ciascuna. Solo qualche anno fa il conto da pagare per lo stesso immobile sarebbe stato molto più salato: prima del 1° gennaio 2014, la somma delle tre imposte ammontava infatti complessivamente al 10% (registro 7% + ipotecaria 2%+ catastale 1%). Pertanto il fisco è divenuto un po’ più mite sulla seconda casa: ma se si compra con le agevolazioni prima casa le cose vanno ancora meglio.

Continua a leggere “E’ il momento di comprare casa, ecco l’elenco di tutte le regole e detrazioni”

E’ il momento di comprare casa, ecco l’elenco di tutte le regole e detrazioni

Credito immobiliare, dal 1 Novembre 2016 sono operative le nuove disposizioni.

House resting on calculator concept for mortgage calculator, hom

Sono entrate in vigore da ieri (1 novembre 2016) una serie di novità rilevanti in materia credito immobiliare: dalla valutazione degli immobili forniti in garanzia alle forme di pubblicità, dai contratti di mutuo al TAEG, dal merito creditizio ai mutui in valuta estera. Una serie di innovazioni che puntano ad aumentare la trasparenza ed evitare le crisi del passato. Di seguito i principali passaggi.

Con la Direttiva 2014/17/UE (cd. Mortgage Credit Directive, di seguito “MCD”)  è stata introdotta una cornice normativa armonizzata in materia di offerta ai consumatori di contratti di credito immobiliare  (crediti garantiti da ipoteca o finalizzati all’acquisto di immobili residenziali).

La finalità espressa della nuova normativa è di contribuire alla realizzazione di un mercato interno trasparente, efficiente e competitivo per il credito immobiliare, che garantisca ai consumatori un elevato livello di protezione e promuova la sostenibilità nell’erogazione e nella gestione di questa categoria di prestiti.

Continua a leggere “Credito immobiliare, dal 1 Novembre 2016 sono operative le nuove disposizioni.”

Credito immobiliare, dal 1 Novembre 2016 sono operative le nuove disposizioni.